Quando “donare” è il regalo più grande che possiamo ricevere!

Vicinimiei vuol unire le persone e aiutarle a rendere la propria vita più sociale.
Per questo quando veniamo a sapere di storie come quella di Barbara non potremmo essere più felici!

Ditutto

Barbara di Città Studi si occupa di massaggi e di benessere per il corpo. Ha sempre cercato di strutturare il suo lavoro ad hoc per riuscire ad ascoltare le necessità delle persone che si rivolgevano a lei.
Parlando con il suo compagno Alessandro, con cui condivide diverse passioni, si è resa conto però che in molti necessitavano di un aiuto in più.

“Abbiamo iniziato a pensare a come poter offrire un benessere a 360˚, qualcosa che potesse aiutare le persone a sentirsi più serene e amate”

Così a settembre si è concretizzato il progetto sociale “Riusami”. Con cadenza abbastanza regolare, Barbara e Alessandro organizzano dei piccoli mercatini dell’usato dove le persone possono comprare, ad un prezzo simbolico, oggetti di seconda mano e ridare loro nuova vita.

Tazze

Ma “Riusami” non si ferma alla già bella iniziativa di ridare vita a oggetti dimenticati.

“Riceviamo le persone su appuntamento” spiega Barbara “perché vogliamo dedicare loro il tempo di cui hanno bisogno! Ci piace avere la possibilità di dedicare il giusto spazio a ogni persona che viene a trovarci”.

Ognuno è invitato prima di tutto a sedersi, bere qualcosa in compagnia e fare due chiacchiere. Il mercatino viene utilizzato come pretesto per passare del tempo insieme ai propri vicini.

20190221_164533

Il concetto che sta dietro al progetto è infatti quello di “donare” non solo le proprie cose ma anche il proprio tempo e la propria attenzione.
Troppo spesso ci ritroviamo incastrati in una vita frenetica e non troviamo il tempo di sederci ad un tavolo per una chiacchierata.

“Volevamo creare uno spazio sociale dove le persone potessero, prima di tutto, stare bene” spiega Barbara “E di persone ne sono arrivate parecchie, anche grazie a vicinimiei!La vostra piattaforma ci ha aiutato ad avvicinarci al quartiere”

L’intento è infatti quello di riuscire a comunicare nel breve raggio per parlare con tutte quelle persone che quotidianamente ci stanno intorno, ma di cui non sappiamo quasi niente.

Utilizzare il riciclo come strumento per stringere legami e fare amicizia. Il tutto fatto in un confortevole ambiente familiare. Questo è vicinimiei!